You are here: Home » Carte Di Credito » Carte Di Credito E Moneta Elettronica, Le Cosa Da Sapere

Carte Di Credito E Moneta Elettronica, Le Cosa Da Sapere

La moneta elettronica è oramai divenuta di uso comune e tutti quanti possiedono oppure possiederanno una carta di credito oppure una carta che permette il pagamento “elettronico”, tuttavia a molti non è ancora ben chiaro il funzionamento di tali sistemi.

Moneta Elettronica

La loro utilità è presto detta, si tratta di sistemi che permettono alle persone di pagare senza portarsi in tasca grosse quantità di denaro, sfruttando appunto i sistemi informatici per il trasferimento di denaro tramite i Point of Sale (POS) oppure gli Automatic Teller Machine (ATM o più semplicemente sportelli automatici). L’utilizzo di questi mezzi è molto “spinto” in tutti i sistemi di distribuzione per molti motivi, prendiamo quello più banale, fermare scippi e piccole rapine; un negozio che incassa esclusivamente moneta elettronica difficilmente infatti verrà rapinato e di converso una carta di credito anche se scippata può essere immediatamente bloccata, i vantaggi sono dunque molti anche se molti obiettano che con la moneta elettronica non c’è la possibilità di tenere bene sott’occhio le uscite.

Le carte utilizzate come moneta elettronica possono essere di due tipi: anonime, laddove il loro utilizzo è consentito esclusivamente qualora queste non siano ricaricabili e abbiano un valore che non supera le 500 €, oppure nominali, laddove il valore nominale è determinato dal singolo istituto che emette il credito; le carte nominali devono essere pratiche, sicure e controllabili, ed è proprio l’ultima voce la più importante poiché bisogna sempre controllare quanto si sta pagando per evitare le cosiddette “spese folli”.

Le carte nominali possono essere poi le più classiche carte di credito, caratterizzate per il fatto di avere il nome del titolare ed i numeri stampati in rilievo per consentire sia le transazioni elettroniche tramite i POS che quelle in mancanza di collegamenti elettronici; vi sono poi le carte di credito elettroniche, dove il nome ed i numeri non sono stampati in rilievo e possono essere utilizzate solo in presenza di POS.

Oltre a queste due carte “standard” sino da qualche anno in giro dei modelli più “evoluti”, la Smart Card e la Revolving. La prima nasce per esigenze di sicurezza ed è dotata di un microchip che la rende molto più sicura ed in grado di essere meglio gestita grazie a nuove funzionalità sopratutto per il controllo del credito; la seconda invece è la classica ricaricabile di cui parliamo, per le sue tante peculiarità, in maniera più approfondita in un post a lei dedicato.