You are here: Home » Prestiti Inpdap » Piccoli Prestiti Inpdap : Una Soluzione Spesso Ideale

Piccoli Prestiti Inpdap : Una Soluzione Spesso Ideale

Se siete dipendenti pubblici ed avete bisogno di un prestito non troppo elevato allora la risorsa alla quale dovete rivolgervi non è né una banca né un istituto di credito, ma l’INPDAP. L’istituto previdenziale infatti elargisce quelli che vengono chiamati Piccoli Prestiti Inpdap proprio ai dipendenti pubblici che ne fanno richiesta. Si tratta di prestiti facilmente ottenibili i quali però non arrivano mai a somme troppo alte, la loro prerogativa migliore è il fatto di avere dei tassi di interesse assolutamente imbattibili e dei piani di ammortamento molto soft, laddove i dipendenti possono pagare il prestito con delle piccole rate mensile detratte direttamente dallo stipendio.

Piccoli Prestiti Inpdap

Il piccolo prestito Inpdap è un prestito agevolato proprio a causa dei suoi tassi molto vantaggiosi, e viene di solito concesso in base al bilancio reso noto ogni anno dell’istituto a tutti i dipendenti pubblici ed i pensionati che ne fanno richiesta, salvo ovviamente sforamenti di detto budget. Per ottenere il prestito è necessario compilare i moduli che è facilmente possibile reperire sullo stesso sito dell’istituto previdenziale; questi prestiti agevolati possono essere pagati in 12, 24 o 36 mesi ed a seconda della durata varia la somma erogata.

Infatti qualora abbiate intenzione di ripagare il prestito in 12 mesi avrete la possibilità di richiedere sino a ad una mensilità netta di stipendio; due sono invece le mensilità nette di stipendio ottenibili se si intende ripagare il prestito in due anni, mentre salgono a tre qualora decidiate di ripagare il tutto in 36 mesi con un prestito dunque triennale. Attenzione però alla regola generale dell’istituto che prevede che il Piccolo Prestito Inpdap non superi mai la somma di 8.000,00 €

Veniamo ora in breve alle specifiche, il prestito è rinnovabile per sei, dodici o ventiquattro mesi a seconda che si tratti ovviamente di prestito annuale, biennale o triennale. Il tasso che viene applicato è del 4.25% e per ottenere il prestito si debbono pagare lo 0.50% di spese di amministrazione. Come vediamo insomma si tratta di una versione economica e veloce di prestiti con la cessione del quinto, il suo neo è che le somme non prestabili non sono altissime tuttavia per affrontare delle spese impreviste dobbiamo dire che questa soluzione è davvero ottima.