You are here: Home » Carte Di Credito » Poste Italiane : In Arrivo La PostePay Virtuale ( Carta Di Credito Prepagata )

Poste Italiane : In Arrivo La PostePay Virtuale ( Carta Di Credito Prepagata )

Qualche tempo fa Poste Italiane fu tra le prime a sperimentare le nuove carte di credito prepagate, la Carta PostePay è diventata in breve molto usata come moneta elettronica per la sua facilità di utilizzo e di ricarica. Fu una idea che possiamo definire rivoluzionaria, una idea che ha dato una posizione importante in questo campo al gruppo delle poste che ora ci riprova avendo annunciato di avere in mente una nuova rivoluzione nel campo delle carte di credito e dei “pagamenti elettronici”. L’annuncio è avvenuto durante i seminari di NetComm 2011 ed ha riguardato da vicino, anzi da vicinissimo, la oramai celeberrima carta PostePay che sarà al centro di una vera e propria “evoluzione”.

Poste Italiane

La novità che verrà introdotta infatti riguarda il passo successivo della PostePay, ossia una sua versione completamente virtuale, votata in tutto e per tutto all’online poiché non sarà più nominale ma completamente anonima e poiché sarà la soluzione ideale per le ricariche online, per gli acquisti in rete e per ricevere i pagamenti!

In soldoni dunque avremo tra le “mani” una vera e propria carta prepagata in tutto e per tutto simile ad una PostePay con la differenza che sarà totalmente anonima e virtuale, ideale per ogni attività online come dicevamo, dalla ricarica ai pagamenti sia in entrata che in uscita. La PostePay virtuale sarà attivabile e ricaricabile direttamente online ma, e questa è una cosa decisamente importante, conserverà le prerogative della attuale prepagata PostePay, ossia sarà ricaricabile ed attivabile anche presso i normali sportelli delle Poste, ma anche nelle tabaccherie e nelle ricevitorie Sisal.

Attualmente sono stati rilasciati solamente questi dettagli ed è stato annunciato che per i primi dodici mesi dopo l’attivazione di tale carte questa comporterà una commissione sugli acquisti di appena 0,05 centesimi di euro, una somma davvero irrisoria anche se è presto per sbilanciarsi e bisognerà aspettare che altri dettagli vengano rilasciati; per ora possiamo solamente dire che ci sembra una ottima notizia che porterà la PostePay ad un livello se vogliamo simile al famoso PayPal, anche se sembrerebbe con costi decisamente minori.