You are here: Home » Prestiti Cambializzati » Prestiti Cambializzati A Protestati

Prestiti Cambializzati A Protestati

I prestiti cambializzati ai protestati esistono? E’ possibile per i protestati ottenere un finanziamento? La risposta è sicuramente affermativa, anzi questa forma di finanziamento è ritenuta una delle poche alternative valide per chi ha avuto problemi nel mondo del credito. Sono una forma di credito al consumo per la quale non si richiedono indagini approfondite sulla storia del cliente.

Prestiti Cambializzati

I prestiti cambializzati a protestati sono pensati per chi ha una polizza vita da almeno tre anni e per i dipendenti che abbiano un capitale che sia riscattabile, la cui garanzia è il TFR. Di solito la durata del prestito va da un minimo di 36 mesi ad un massimo di 120. Il rimborso avviene tramite le cosiddette cambiali e il pagamento avviene dopo 60-70 giorni aver ottenuto il prestito.

Gli Istituti di Credito preferiscono non utilizzare il prestito cambializzato ma per i protestati è una delle poche e valide alternative.

Vantaggi e svantaggi del prestito cambializzato a protestati

Ha infatti una serie di vantaggi che lo rendono ideale per alcune categorie di soggetti: in primis con questa formula si è esonerati dal controllo dei sistemi informativi e può anche essere estinto anticipatamente. L’importo che è possibile ottenere dipende dalla polizza vita o dal TFR maturato dal lavoratore. In genere sono prestiti meno onerosi rispetto alla tradizionale formula definita Cessione del Quinto.

Gli svantaggi riguardano soprattutto l’utilizzo delle cambiali che  sono un vero e proprio titolo di credito; in questo caso si può ottenere l’esecuzione forzata diretta a sottrarre al debitore quanto dovuto con il pignoramento.