You are here: Home » Guide e Consigli » Prestiti Cambializzati, Cosa Sono e Come Funzionano

Prestiti Cambializzati, Cosa Sono e Come Funzionano

I prestiti cambializzati rientrano nella più grande categoria dei prestiti non finalizzati, ossia tutti questi prestiti che non sono legati all’acquisto di un particolare bene per essere erogati ma che prevedono il versamento della somma direttamente al richiedente il quale poi è libero di spendere i soldi ricevuti in credito come meglio crede. I prestiti cambializzati sono conosciuti anche come prestiti fiduciari e si differenziano da altri prestiti dei quali abbiamo parlato in queste pagine per il metodo di restituzione della somma, che avviene, per l’appunto, tramite cambiali.

Prestiti Cambializzati

Forse non tutti sanno che cosa si intende per cambiale ed è pertanto utile dare una breve spiegazione, la cambiale è un titolo di credito a tutti gli effetti che, in caso di mancato pagamento dal parte del debitore, dà diritto al titolare della cambiale di pretendere i soldi dovuti anche ricorrendo al pignoramento dei beni del debitore. Questo metodo non è molto utilizzato tuttavia questa sua caratteristica lo rende molto importante in alcuni casi ed inoltre gli istituti di credito e le banche che usano ricorrere a questo raro metodo di concessione del credito non richiedono l’apertura di alcun conto corrente presso le loro sedi o altre filiali.

Le rate canoniche con le quali si costruiscono i piani di ammortamento di cui molte volte abbiamo parlato sono praticamente sostituite da queste cambiali, ovviamente un prestito simile non ha la flessibilità che alcuni piani di ammortamento danno, tuttavia si possono anche annullare delle cambiali e sostituirle dopo aver raggiungo un nuovo accordo.

A causa di questa sua caratteristica e del fatto che il creditore diventa proprietario di un titolo di credito che obbliga il debitore al pagamento in un modo o nell’altro il prestito cambializzato può essere utilizzato dai cattivi pagatori ai quali la banca rifiuta altre tipologie di prestito non finalizzato. Banche ed istituti di credito non possono infatti concedere nessun prestito a persone segnalate nella grande banca dati dei cattivi pagatori ma il prestito cambializzato è uno dei sistemi con i quali si può aggirare questo ostacolo che non rende possibile contrarre un prestito da parte di queste persone.

Il fatto che i prestiti fiduciari siano però erogati anche a persone protestate non significa però che essi vengano concessi in modo più semplice, infatti la banca o l’istituto di credito richiederà garanzie volte a coprire e rendere valide le cambiali che andrete a firmare, dunque busta paga o pensione, ma bisognerà anche fornire la dichiarazione dei redditi e dimostrare di possedere beni che possano essere pignorati in caso di mancato pagamento. Insomma la cambiale è un metodo di pagamento che permette anche a chi è protestato di ricevere un prestito ma non significa che queste vengano concesse a cuor leggero e senza controlli, ci sarà infatti sempre una ricerca sullo stato patrimoniale del richiedente perché nessuna banca o istituto di credito vuole concedere credito a chi non è poi in grado di pagare il debito.