You are here: Home » Finanziamenti » Prestiti Per Dipendenti Con Contratti a Tempo Determinato

Prestiti Per Dipendenti Con Contratti a Tempo Determinato

Da sempre siamo abituati a pensare ai prestiti a lavoratori dipendenti come una soluzione ottimale per avere una liquidità extra in caso si abbia qualche spesa imprevista oppure in caso ci si voglia togliere qualche sfizio, questi prestiti però sono normalmente legati al fatto che vi sia dietro un contratto a tempo indeterminato che lega il richiedente all’azienda, contratto a tempo indeterminato che rappresenta una vera e propria sicurezza per l’istituto finanziario di rientrare nel credito dato.

prestiti per dipendenti a contratto

Negli ultimi anni però, complice sopratutto la crisi economica e di conseguenze la disoccupazione crescente, avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato è diventata una cosa davvero molto difficile e di conseguenza sono cominciati ad apparire dei prodotti finanziari dedicati ai lavoratori dipendenti che possono usufruire solo di un contratto a tempo determinato.

Questa tipologia di prestiti si avvicina moltissimo alla categoria dei prestiti con cessione del quinto che si applicano sovente ai contratti a tempo indeterminato, il richiedente infatti ha anche in questo caso la possibilità di cedere parte del proprio stipendio per ottenere un credito extra e nelle richieste effettuate non viene chiesta alcuna garanzia in più oltre a quella del contratto di lavoro.

Ma allora per cosa si differenzia questo prestito da quelli normalmente dati ai lavoratori con contratto a tempo indeterminato? La differenza c’è ed è pure piuttosto grande, nei casi di contratto di lavoro a tempo determinato infatti la durata del prestito non può essere in alcun modo superiore alla durata del contratto di lavoro. Scaduto il contratto infatti il richiedente non avrà in pratica nessuna garanzia da fornire all’istituto finanziario il quale pertanto si appoggerà alla cessione del quinto erogando prestiti pagabili nel tempo in cui il contratto di lavoro è in essere.

Questo ovviamente significa che il prestito erogato non arriverà ad una cifra molto elevata ma sarà il risultato della lunghezza residua del contratto e dello stipendio che si percepisce; ovviamente, in caso di stipendio elevato o durata del contratto particolarmente lunga nulla esclude che si possano ottenere delle cifre simili a quelle ottenibili con una normale cessione del quinto.