You are here: Home » Prestiti Personali » Prestito BancoPosta : Piccoli Prestiti Da Poste Italiane

Prestito BancoPosta : Piccoli Prestiti Da Poste Italiane

Può capitare a tutti di trovarsi nella necessità di dover richiedere un piccolo prestito sia perché ci si trova in una posizione economica non favorevole e si hanno delle spese da affrontare, sia perché ci si vuole togliere lo sfizio di una macchina nuova o di una bella vacanza dopo tanto duro lavoro, in questi casi sino a qualche tempo fa le uniche soluzioni percorribili erano quelle di una prestito in banca oppure di ricorrere al banco dei pegni ma adesso non è più così. Esistono infatti tanti istituti di credito specializzati anche in prestiti di somme non troppo elevate elargiti in tempi anche piuttosto brevi.

Prestito BancoPosta

Tra questi istituti spicca Poste Italiane che una decina di anni fa ha cominciato a posizionare sul mercato finanziario diversi prodotti, una cosa insolita per un servizio di posta ma tuttavia una diversificazione necessaria compiuta da altre compagnie simili in Europa e subito ben accettata dagli italiani per via dei vantaggi che il tutto ha portato.

Il Prestito BancoPosta propone una soluzione vantaggiosa, veloce e chiara a chi ha bisogno di un prestito personale senza troppe lungaggini burocratiche ed amministrative, ovviamente trattandosi si un prestito personale non parliamo di cifre astronomiche ma di cifre sotto i 30.000 € erogate dopo l’accettazione direttamente sul conto del cliente che ne fa richiesta e rimborsabili poi con delle pratiche rate mensili mai troppo elevate.

In questi anni in cui il Prestito BancoPosta è stato attivo presso gli sportelli di Poste Italiane questo ha raccolto giudizi favorevoli ma anche qualche critiche, l’offerta proposta vede dei tassi vantaggiosi e un sistema di rimborso con piano di ammortamento variabile da pochi mesi sino a più di tre anni ma c’è una certa criticabile disparità tra lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi.

I lavoratori dipendenti, e con loro i pensionati, hanno infatti la possibilità contare su un reddito fisso ogni mese e quindi possono ottenere il credito BancoPosta molto facilmente aprendo un conto presso Poste Italiane sul quale accreditare la pensione o lo stipendio visto che per questa categoria questo è l’unico requisito richiesto ed in circa tre giorni lavorativi dalla richiesta verrà accreditato il prestito. Diversamente per i lavoratori autonomi, non potendo costoro contare su di un reddito fisso, le cose sono più complicate. Costoro infatti devono aprire innanzitutto il loro conto su Poste Italiane qualche mese prima di fare la richiesta e devono ovviamente fornire tutte le garanzie possibili per attestare la loro situazione patrimoniale, parliamo dunque di dichiarazioni dei redditi e compagnia.

Lo scopo di questa differenziazione è ovviamente quello di garantire il ritorno del prestito all’ente erogante tuttavia qualcuno potrebbe storcere il naso di fronte ad una tale discriminazione espletata non solo in termini di documenti da presentare ma anche, come abbiamo visto, nei tempi di apertura del conto. Nonostante questo il Prestito BancoPosta rimane un prodotto finanziario estremamente valido, conveniente e oltretutto veloce da ottenere, se avete bisogno di liquidità vi consigliamo dunque di dare un occhiata più da vicino alle condizioni del prestito sul sito di Poste Italiane.